Buone Feste

Panettone d'Oro 2019

Laura Borghetto

Presidente dell’Associazione L’abilità Onlus, da decenni si occupa di facilitare la vita dei bambini disabili, favorendone l’inclusione familiare, scolastica e sociale, anche sviluppando progetti innovativi di gioco, di educazione e abilitazione in dialogo continuo con le famiglie. Persegue inoltre l’obiettivo di assicurare nuove politiche sociali in tema di accessibilità e residenzialità.


Panettone d'Oro 2019

Gianluigi Calati

Dopo un costante e silenzioso impegno nelle attività della proloco di Vermezzo, ora ogni mese promuove nell’associazione San Francesco raccolte di cibo negli aggregantisi comuni di Zelo Surrigone e di Vermezzo, in modo che molte decine di famiglie possano beneficiare di un pacco alimentare con diversi generi di prima necessità.


Panettone d'Oro 2019

Giovanni Cavedon

Attivo nel servizio alla comunità, ha accettato la presidenza del Centro Ambrosiano di Solidarietà (CeAS), il cui «villaggio solidale» nel Parco Lambro ospita e accompagna verso un nuovo inizio persone con diverse fragilità: mamme sole con bambini, famiglie in difficoltà, ragazzi, donne vittime di violenza, persone con disagio psichico e dipendenze. Con grande impegno ha fatto ripartire la struttura dopo l’incendio del 2017 e ha dato nuovo impulso al lavoro di educatori, medici, psichiatri e psicologi, infermieri, avvocati e volontari.


Panettone d'Oro 2019

Landuccio De Stefani

Da sempre impegnato a Vimodrone, si è dedicato con passione anche a costituire l'Università delle tre età, che offre opportunità di formazione alla cittadinanza, prevalentemente a quella in pensione ma non solo. Un lavoro molto apprezzato come dimostrato dalle numerose iscrizioni.


Panettone d'Oro 2019

Don Claudio Galimberti

La sua profonda umanità e visione strategica sono state di grande aiuto alla comunità di Garbagnate Milanese per riscoprire identità e senso di appartenenza. Con numerose iniziative volte a creare aggregazione anche tra i giovani, ha saputo ideare proposte di cultura e d’arte capaci di rivolgersi non solo ai fedeli. L'istituzione del banco alimentare con un supermercato per gli indigenti ha mostrato il lato più concreto del suo agire.


Panettone d'Oro 2019

Gabriella Gavazzeni

Attiva dagli anni ‘70 nelle scuole dei propri figli, dal 1985 si impegna, prima come responsabile dei volontari della sezione Lombarda e poi come Presidente, nell'Associazione Anlaids che raccoglie fondi per la ricerca e l'assistenza ai malati di Aids. Quasi ottantenne, nella continua attenzione ai più fragili, è anche volontaria della San Vincenzo in parrocchia, cura raccolta fondi e distribuzione dei sostegni a chi è in difficoltà, restando poi vicina ad alcune delle persone bisognose incontrate.


Panettone d'Oro 2019

Laura Gullotti

Volontaria fin dall’apertura del CTRS (Centro Riabilitativo Semiresidenziale), che oggi accoglie 90 bambini con autismo. Riservata, attenta, amorevole e disponibile, si relaziona con i bambini in ogni attività, sostenendo il lavoro degli operatori. Con poche parole e tantissime piccole grandi azioni, sempre dando senza chiedere nulla, è diventata la mamma di tutti, degli operatori e dei bambini di cui ogni giorno si prende cura.


Panettone d'Oro 2019

Carmen Lamacchia

Donna coraggiosa che non si è arresa alle avversità della vita: cammina e parla a fatica, ha perso il marito e l’unico figlio, ma continua a battersi per difendere i più deboli e per far riscoprire alla società il senso civico che sta perdendo. Sempre in prima linea nelle battaglie civili come il salvataggio dell’ospedale di Bollate, il futuro dell’ex ospedale di Garbagnate, la navetta per il trasporto degli anziani verso i nosocomi, gli ascensori nelle stazioni delle Ferrovie Nord, aiuta anche qualche famiglia in difficoltà.


Panettone d'Oro 2019

Vittorio Magni

Nel quartiere Precotto è un volontario che per tutta la vita si è messo al servizio della propria comunità: nell’Oratorio, nel Gruppo Giovanile Precotto di cui è stato presidente nei primi anni ’70, nella Compagnia Teatrale La Diligenza che tutt’ora dirige impegnandosi anche nella recitazione. A questi aggiunge l’impegno come Presidente della Cooperativa San Filippo Neri, che nel 2019 compie 100 anni di attività.


Panettone d'Oro 2019

Gloria Mari

Con le consorelle della piccola comunità Nocetum accoglie senza pregiudizi tutte le persone in difficoltà, in particolare le donne e i loro bambini, promuovendone l'integrazione nella scuola e nel lavoro. Tutte insieme hanno messo in piedi un servizio di ristorazione con prodotti a chilometro zero e hanno promosso la valorizzazione del territorio circostante la cascina e la chiesetta.


Panettone d'Oro 2019

Matteo Nassigh

Ragazzo disabile che dalle proprie difficoltà ha saputo trarre la forza per diventare un esempio positivo per tutti. Dalla sua esperienza è nata un'associazione che «si prende cura di tutti coloro che curano le persone con disabilità» e di tutti coloro che vogliono imparare a vedere tale situazione con occhi nuovi, perché la disabilità è una diversa condizione dell’essere, che non ha bisogno solo di assistenza ma soprattutto di essere capita.


Panettone d'Oro 2019

Pietro Pastorini

Come impegno politico, negli anni ’70 ha portato l’atletica leggera a Quarto Oggiaro, al Gallaratese e alla Comasina accettando di allenare alla corsa gratuitamente tutti i ragazzi senza discriminazione, per poterli togliere da dipendenze pericolose. Così ha vinto tutto ciò che si poteva vincere, mandando decine di giovani su podi mondiali. Da ottantenne continua ad allenare con l’entusiasmo di un ragazzino, considerando lo sport una filosofia di vita.


Panettone d'Oro 2019

Rossana Perini

Fonda nel 1996 l’Associazione Aldo Perini, come promesso al fratello Aldo ammalato di SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica), per sopperire all’assenza di strutture sanitarie, ulteriore causa di disagio e sofferenza nelle varie fasi della malattia. Molte le attività di assistenza ai malati e supporto alle famiglie: incontri individuali e di gruppo, consulenza telefonica, visite domiciliari, servizio di trasporto malati. Crea una rete SLA per lo scambio di esperienze e informazioni e per migliorare gli interventi legislativi.


Panettone d'Oro 2019

Giuseppe Polistena

Da sempre interessato a etica e legalità, ha sviluppato lungo un quarantennio un percorso molto personale di indagine filosofico-politica unendo ricerca teoretica e pratica. Come Preside del Civico Liceo Linguistico Manzoni ha spesso affrontato concretamente i complessi problemi esistenziali dei ragazzi nell’età evolutiva, arricchendo in vari modi l'offerta didattica con esperienze molto positive che hanno sempre coinvolto studenti, professori, famiglie.


Panettone d'Oro 2019

Vincenzina Vita

Con due figlie gemelle con sindrome di Down, oggi quarantenni, da 25 anni ricambia il sostegno dell'associazione di volontariato Vivi Down Onlus tenendone l’amministrazione e la tesoreria. Da quando è in pensione, ha inserito il volontariato al posto del lavoro, dedicando all'associazione otto ore alla settimana e diventando volontaria anche nella cooperativa Santa Rita frequentata dalle figlie. A 71 anni cura così la sua numerosa famiglia ed è un pilastro nelle associazioni.


Menzione speciale 2019

Allons Enfants!

Nel quartiere Molise-Calvairate hanno creato un doposcuola di qualità per i ragazzini disagiati. Ogni volontario segue individualmente un bambino dalla seconda elementare fino, se possibile, alla terza media per contrastare l’abbandono scolastico, in quanto attraverso relazioni affettive e di fiducia si va meglio a scuola, non ci si sente emarginati, si hanno amici e si superano i conflitti con i coetanei.


Menzione speciale 2019

Associazione Amici Del Monumentale

Per la passione con cui promuovono e favoriscono la conoscenza storico-artistica-culturale del Cimitero Monumentale di Milano, un bene prezioso solitamente visitato solo per obbligo e che invece diventa, anche grazie alle parole che illustrano la visita, uno sguardo sull'arte accompagnato da una meditazione sul ricordo dei defunti e sulla cura di noi stessi.


Menzione speciale 2019

Associazione Ciclochard

Nasce dall’idea di alcuni studenti liceali e universitari, facenti parte del gruppo «Adelphoi» («Fratelli» in greco) della Parrocchia di Santa Maria del Rosario, per il reinserimento sociale dei senzatetto. Con le vecchie biciclette portate dai cittadini, l’aiuto dei negozianti che hanno donato attrezzi e consigli e soprattutto con la loro determinazione, gli studenti hanno creato una ciclofficina cogestita da volontari per offrire a persone senza fissa dimora un percorso di responsabilizzazione e di ritorno all'autonomia.


Menzione speciale 2019

Associazione Giardino degli aromi

Fondata da un gruppetto di donne 15 anni fa, cura le parti abbandonate del Parco dell’ex ospedale psichiatrico «Paolo Pini» di Milano, gestendo una grande area di orti sociali e condivisi dove agiscono centinaia di persone del territorio. È una piccola comunità attiva sul piano umano e sul piano ambientale, che negli anni ha dato un luogo di accoglienza e ascolto a ragazzi, uomini e donne fuggiti da fame e guerra. Pratica l’ortoterapia con ragazzi disabili e collabora con altre associazioni e con i centri di salute mentale del territorio.


Menzione speciale 2019

Associazione Il Girasole Onlus

Dal 2006 si impegna negli Istituti di pena di San Vittore, Bollate e Opera a favore di detenuti, ex detenuti e familiari, prestando particolare attenzione ai minori e offrendo assistenza e supporto in occasione dei colloqui con i detenuti. Impegnata anche nel reinserimento sociale e nel sostegno alle famiglie in difficoltà a causa della detenzione di un congiunto, persegue finalità di solidarietà sociale ispirandosi ai principi democratici e ai valori della Caritas ambrosiana.


Menzione speciale 2019

Centro Culturale Conca Fallata

L’associazione svolge da oltre dieci anni attività culturale e sociale nel quartiere Stadera (Baia del Re), in cui fa da ponte tra vecchi milanesi e nuovi cittadini stranieri con corsi centrati sul territorio, la musica, la fotografia, la poesia, la letteratura e il benessere. Pubblica il mensile «La Conca» che distribuisce gratuitamente. Ha svolto ricerche sulla memoria storica del quartiere, in particolare sui temi della Resistenza, dell’industrializzazione e della cultura operaia. Ospita iniziative di altre associazioni.


Menzione speciale 2019

Comitato Parchi e Giochi Bimbi

Dal 2015 salvaguarda e mantiene diversi parchi a Novate Milanese, riparando anche i giochi dei bambini oggetto di atti vandalici. Convenzionato col Comune, riqualifica le panchine rotte anche partecipando al progetto «panchine d’autore». Ha istituito una rete di collaborazioni con volontari di altre associazioni del territorio e testimonia la cura di valori collettivi su temi come l’arte, l’infanzia, l’ecologia, il contrasto al gioco d’azzardo e la violenza contro le donne.


Menzione speciale 2019

Corpo Filarmonico «Gaetano Donizetti»

Attivo da centoventicinque anni a Corbetta, è presente in tutte le manifestazioni cittadine civili e religiose ed è impegnato in progetti di educazione musicale verso soggetti deboli e ragazzi autistici o con disturbi comportamentali. L’età media di questa banda musicale molto apprezzata è inferiore ai 20 anni.


Menzione speciale 2019

Giardino San Faustino

Volontari organizzati in un comitato di gestione, recuperano dal degrado un'area di 18.000 metri quadrati nel quartiere Ortica, con interventi di giardinaggio e valorizzazione ambientale, e realizzano eventi ricreativi, culturali e didattici. Nel Giardino curano inoltre un'area di apicoltura, un'area dedicata all'educazione cinofila e una porzione di orti in cassoni.


Menzione speciale 2019

Hakuna Matata

Associazione nata dieci anni fa a Busto Garolfo da un gruppo di persone sensibili alle emergenti problematiche relazionali dei preadolescenti e degli adolescenti, persegue finalità di promozione umana nell’ambito dell’educazione dei minori. Con molti giovani che la sostengono con costante e preziosa presenza volontaria, ha proposto diversi progetti di percorsi formativi, aiuto nei compiti, attività aggregative e supporto alle famiglie.


Menzione speciale 2019

Human in Progress

Associazione ideata da Giulia Remorino Ibry, aiuta le persone che sono discriminate, alienate e dimenticate, soprattutto se migranti che non parlano l’italiano, a risolvere gravi problemi psicologici e pratici d’inserimento nel tessuto sociale. L’équipe psico-legale, composta da psicoterapeuti, avvocati e consulenti di pratiche internazionali, segue nella loro lingua decine di casi segnalati da altre associazioni, impegnandosi gratuitamente mezza giornata alla settimana per fornire un servizio di «seconda accoglienza».


Menzione speciale 2019

Liceo «G. Agnesi» – Italiano per minori stranieri non accompagnati

Un nutrito gruppo di studenti di diverse classi ha realizzato l’originale progetto «1+1 non fa 2 ma 2000 volte 1», impegnando due ore ogni mercoledì pomeriggio per insegnare l’italiano a ragazzi migranti minorenni non accompagnati. I corsi, che promuovono la cultura dell’accoglienza coinvolgendo anche la Caritas, si tengono dal 2016 nei locali della scuola con il sostegno delle professoresse Miceli e Villani e del Preside.


Menzione speciale 2019

Mercatino Bimbi Comasina

È un gruppetto di mamme che raccogliendo migliaia di vestiti attraverso donazioni ha costruito una rete sociale fra donne di varie culture e coinvolto numerose mamme e nonne in una azione di volontariato di gruppo. Si ritrovano per scambiarsi vestiti e avere occasioni di socializzazione fuori dalle mura domestiche, bere un tè o condividere un pasto domenicale; tutte attività di indiscutibile valore sociale e interculturale.


Menzione speciale 2019

Rete Scuole Senza Permesso

Sono ventidue associazioni, centri sociali e gruppi spontanei, impegnati a costruire con migranti, rifugiati e richiedenti asilo dei processi di condivisione che facilitano la loro progettualità di vita, dalla conoscenza dell’italiano alla piena cittadinanza. Con oltre 400 volontari offrono ogni anno circa 12.500 ore di lezione a quasi 4000 migranti e sono una presenza capillare sul territorio milanese che ha contribuito alla formazione di molti nuovi cittadini oggi impegnati per il progresso sociale, culturale, economico di Milano.


Menzione speciale 2019

Scuola dell’infanzia comunale di via Pini - Milano

«Puoi entrare nel mondo ma non sporcare» è un progetto sull’educazione ambientale che coinvolge i bambini con lavori manuali di pittura e collage, cui si aggiungono le fotografie, che nell'atrio della scuola sono state accostate a quelle di Anne de Carbuccia di One Planet One Future. I piccoli milanesi visitano l’AMSA in via Olgettina, girano nel quartiere per verificare la raccolta differenziata, fotografano quanto vedono abbandonato in strada e crescono paladini della civiltà rimproverando chi sporca.

 

PANETTONE D'ORO Copyright © 2010- Coordinamento Comitati Milanesi c.f. 97161330150
Disclaimer - Cookie